Legge 3 2012 sul sovraindebitamento

La legge 3 del 27 gennaio 2012 sul sovraindebitamento, detta anche legge salva suicidi o legge anti suicidi è stata approvata dal Parlamento per disciplinare un tipo di concordato in grado di portare rimedio alla crisi di liquidità di una persona fisica e delle piccole imprese che hanno contratto dei debiti e alle quali non possono essere applicate le comuni procedure concorsuali.

Prima di questa legge, singoli cittadini, liberi professionisti e piccoli imprenditori non potevano essere aiutati dallo stato in caso di sovraindebitamento, per cui molte persone facevano scelte sbagliate o estreme (come il suicidio), oppure costringevano le loro famiglie a vivere in condizioni di vita inaccettabili per poter ripagare i propri debiti.

Con l’introduzione della legge 3 2012, se il debitore non ha agito in malafede e non è responsabile del proprio sovraindebitamento, può ricorrere a questo strumento per trovare un accordo di ristrutturazione dei debiti con i creditori e pagare solo ciò che può realmente essere pagato, con mezzi e tempi che consentano a lui e alla sua famiglia di vivere una vita decorosa.

www.gazzettaufficiale.it