Finanziamento finalizzato

Si tratta di una forma di prestito strettamente collegata all’acquisto di un bene o servizio. Quando si ricorre a un prestito di questo tipo, non si ottiene una somma forfettaria di denaro da una banca o società finanziaria; a differenza di altre forme di finanziamento, infatti, quello finalizzato non presuppone un accredito di denaro al cliente finale, ma direttamente alla società di beni o servizi che effettua la vendita.

Un finanziamento finalizzato è ad esempio quello che viene stipulato per l’acquisto di mobili o di una cucina, beni costosi che molte persone preferiscono o sono costrette a pagare a rate. In questo caso, il negozio di mobili o di arredamento propone un pagamento rateale al cliente finale, l’istituto di credito ne valuta la fattibilità e poi può decidere di acconsentire al prestito.

Il nome viene da un’altra caratteristica che lo distingue, ovvero l’obbligatorietà del cliente di specificare la finalità del prestito. Su un contratto di questo tipo va sempre specificato il bene acquistato per la quale si richiede il finanziamento.