Ristrutturazione del debito

Con questo articolo di approfondimento vogliamo capire e proporre spunti di riflessione circa la tematica della ristrutturazione del debito

Affronteremo insieme un percorso che ci porterà a rispondere a domande quali:

  1. Che cos’è la ristrutturazione del debito?
  2. Quali sono i soggetti coinvolti in una ristrutturazione debitoria?
  3. Posso io, persona, avvalermi di questa procedura?
  4. Come si articola la procedura per ristrutturare un debito?
  5. Quanto tempo serve per ottenere la ristrutturazione di un debito? Dipende dalla sua entità oppure questo è un fattore secondario?

Molti di questi quesiti che solo in apparenza hanno una risposta banale e semplice, soccelano al contrario un’analisi approfondita che si basa sulle leggi in vigore nel nostro Paese ma si contestualizza in casistiche reali e tangibili.

Che cos’è la ristrutturazione del debito?

Ristrutturazione del debito
La ristrutturazione del debito è una procedura, che per mezzo di un accordo tra le parti, modifica le clausole di un prestito rendendo gli obblighi, meno gravosi per il debitore.

Quali sono i soggetti coinvolti in una ristrutturazione debitoria?

Per risopndere a questa domanda, vogliamo porre l’accento sulle funzioni dei soggetti coinvolti:

Soggetti coinvolti in una ristrutturazione del debito

Funzione e incarico del soggetto

Compiti del debitore

La persona fisica o la persona giuridica in debito deve contattare un avvocato o uno studio legale presentando il desiderio di avviare una procedura di esdebitazione.

Compito di un avvocato serio

Lo studio legale dovrà rivolgersi al tribunale di competenza per presentare e depositare la richiesta di esdebitazione volta a fruttare i benefici della legge 3 del 2012.

Esperto contabile nominato dal tribunale

Il suo compito è quello di effettuare stime sulla base delle possibilità creditorie del soggetto in debito e proporre ai creditori un piano di rientro della somma prestata o di parte di essa.Il piano di rientro che talvolta risulta in grado di restituire l’ammontare della somma prestata o al relativa rimanenza, senza gli eventuali interessi, solitamente però non prevede la restituzione totale della somma ma solo quella che il soggetto debitore sarà in grado di pagare.

Posso io, persona, avvalermi di questa procedura?

Possono avvalersi di questa procedura tutti i soggetti in grado di usufruire della legge 3 del 2012 chiamata anche legge salva suicidi.

Per tutti coloro i quali, ciò non sarà possibile, restano valide le procedure di saldo e stralcio fino al 75%: leggi l’approfondimento sulle modalità per ridurre il debito per capire di cosa si tratta.

Come si articola la procedura per ristrutturare un debito?

La procedura di esdebitamento per ristrutturare un debito si articola fondamentalmente in 3 fasi:

  1. Richiesta al tribunale con tutta la documentazione;
  2. Presentazione del piano di rientro ai creditori, da parte dell’esperto contabile
  3. Stipula delle modalità di saldo
Quanto tempo serve per ottenere la ristrutturazione di un debito? Dipende dalla sua entità oppure questo è un fattore secondario?

Le tempistiche dell’intero processo sono in genere piuttosto rapide e si concludono solitamente in 6 o 7 mesi