Spese Impreviste: cosa fare per affrontarle nel modo giusto

Come prepararsi alle spese impreviste

persona che si prepara ad affrontare le spese impreviste

Nel corso della vita è bene saper far fronte alle difficoltà inaspettate che ci si presentano. Se è vero che piove sempre sul bagnato, allora è anche vero che è proprio nei momenti più difficili che si presentano ulteriori ostacoli pronti a darci il colpo di grazia e a far svanire ogni barlume di speranza.

Le difficoltà economiche sono tra quelle più ostiche da superare, in più può capitare che alcuni eventi inattesi portino ad altre spese impreviste che possono gravare ulteriormente sulle nostre finanze già in crisi.

Per evitare di dover ricorrere a dei prestiti o perfino ad un secondo prestito e finire per indebitarsi, è possibile anticipare questi momenti di crisi prendendo dei piccoli accorgimenti a costo zero. Inoltre, prima di affidarsi ad un servizio finanziario per ottenere un prestito, è sempre meglio ponderare bene la scelta, questo perché spesso capita che vengano proposte delle forme di finanziamento con altissimi tassi di interesse, ad esempio le carte revolving, che assicurano un reale vantaggio solamente alle banche e anzi, nella maggior parte dei casi, vanno ad aumentare l’ammontare del debito.

Cosa si può fare dunque per prepararsi ad affrontare le spese impreviste con serenità?

1. Organizzare al meglio le finanze

La prima cosa da fare è quella di tenere d’occhio tutte le entrate e le uscite fisse e tentare di organizzare e rivedere i propri bisogni cercando di renderli compatibili con le effettive disponibilità economiche.

Oltre a queste, prendere nota anche di tutte le spese di piccola entità o quelle sporadiche, che comunque incidono sul bilancio annuale.

2. Risparmiare con la regola 50 – 20 – 30 e creare un budget familiare

Un’idea per gestire il proprio bilancio familiare ed iniziare a risparmiare è quella di ricorrere alla regola 50 20 30 proposta dalla senatrice americana Elizabeth Warren, insegnante ad Harvard e candidata alle elezioni presidenziali degli Stati Uniti.

Secondo questo metodo, il 50% delle proprie disponibilità dovrebbe essere riservato alle cose di cui abbiamo davvero bisogno (affitto, bollette, trasporti, carburante, ecc…), mentre il 20% dovrebbe andare a far parte dei risparmi oppure essere utilizzato per pagare dei debiti. Infine, il restante 30% può essere impiegato per spese non essenziali, ma comunque importanti per la nostra persona (sport, hobby, vacanze, ecc…).

3. Creare un fondo di emergenza personale

Per rimanere sempre coperti in caso di spese impreviste, una delle migliori soluzioni è quella di aprire un fondo di emergenza personale, ovvero un conto separato da quello tradizionale, al quale ricorriamo solo in caso di bisogno. Sarebbe bene tenere su questo conto un saldo pari ad almeno a tre mensilità, ma in modo graduale: basterà mettere da parte una piccola cifra iniziale ed andare poi a contribuire poco alla volta al fondo di emergenza con dei risparmi.

Prepararsi è bene, ma essere pronti è meglio.

Nonostante l’ottima organizzazione delle le proprie finanze e pur avendo preso i dovuti accorgimenti, purtroppo, come già avevamo anticipato, esistono le spese impreviste, ovvero tutte quelle spese che normalmente non dobbiamo sostenere, ma che possono diventare urgenti o prioritarie in alcuni periodi della nostra vita. L’importante è capire quali possano essere queste spese “extra” e cercare di individuare da che cosa possono dipendere per cercare di prevederle e non farsi trovare impreparati.

Portafoglio vuoto dovuto a spese impreviste

Quali sono le spese impreviste?

Ecco quali sono le spese impreviste che ognuno di noi potrebbe doversi trovare ad affrontare nel corso della vita.

– Ristrutturazione della casa

Le spese per ristrutturare casa sono le più ingenti e sono quelle che vengono rimandate per più tempo. Ad un certo punto però, arriva il momento di non poter più rimandare, ma la liquidità spesso non è sufficiente a sostenere i lavori. Tra le spese impreviste, infatti, quelle per la ristrutturazione della casa sono quelle che portano più di tutte le altre al sovraindebitamento. Per chi abita in condominio, le spese impreviste riguardano invece tutti quei lavori urgenti o straordinari disposti dall’amministratore ed autorizzati dall’assemblea condominiale, che devono perciò essere svolti il prima possibile.

– Dipartita di un parente

Si sa che la dipartita di un parente è sempre dolorosa, oltre al peso a livello sentimentale, si aggiunge il peso economico delle spese necessarie a sostenere il funerale. Ma non finisce qui. Oltre alle spese funebri, se siamo discendenti diretti, può capitare di ereditare anche i debiti del defunto, ad esempio alcuni debiti con le banche non pagati. Non è sicuro che capiti a tutti, ma è sempre meglio tenersi aggiornati e sapere che esistono sia debiti ereditari, ovvero quelli che si desumono una volta accettata l’eredità, sia i debiti intrasmissibili agli eredi, che si estinguono perciò con la dipartita del debitore.

– Prestiti tra Familiari

Tra le spese impreviste, esistono anche quelle che non siamo obbligati a fare per noi stessi, ma che abbiamo a cuore perché riguardano un familiare o un parente a cui siamo particolarmente legati.

Quando si aiuta un familiare in difficoltà, è bene sapere che bisogna comunque dichiarare il prestito. Ovviamente non si maturano gli interessi, ma è bene lasciare traccia dell’avvenuta transazione per l’Agenzia delle Entrate. Come mai? Se il beneficiario del prestito dovesse spendere una cifra troppo alta rispetto alle proprie disponibilità, questa verrebbe rilevata dai controlli dell’Agenzia delle Entrate e, senza un documento che attesti il prestito tra familiari, potrebbero nascere sospetti riguardo alla liceità delle spese sostenute e si potrebbe incorrere in sanzioni piuttosto salate.

– Acquisto, accomodatura auto o riparazione di un grande elettrodomestico

Si sa che, con le dovute azioni di mantenimento, è possibile rallentare l’usura dei nostri oggetti o dei nostri mezzi di trasporto, prima fra tutti la macchina. Prima o poi, però, succede che l’auto, il frigorifero, la lavatrice o qualche altro elettrodomestico smetta di funzionare o crei problemi non trascurabili che devono essere risolti assolutamente.

Allo stesso modo, che sia per un incidente o per un errore di distrazione, può succedere di fare danni irrimediabili ad un’auto che fino a poco prima funzionava perfettamente. Se in caso di incidente l’assicurazione non va a coprire nemmeno una parte delle spese, queste ultime risulteranno piuttosto considerevoli. Ancora meno trascurabile, è il costo per l’acquisto di un’auto nuova.